Centrale a biomasse: il Comune di Vicchio premiato da Legambiente

cippato

Il 28 gennaio scorso a Roma l’associazione Legambiente, alla presenza del ministro Clini e dei vertici nazionali del settore delle energie rinnovabili, ha conferito il premio COMUNI RINNOVABILI 2012 a tre enti in tutta Italia.

Tra essi il Comune di Vicchio, elogiato per la scelta di realizzare l’impianto di teleriscaldamento degli edifici pubblici con la centrale a biomasse.

Il Sindaco, nel ricevere il premio, ha sottolineato gli aspetti essenziali del progetto, tra cui l’alta qualità ambientale e la «filiera corta» per la fornitura del cippato di legna vergine.

Il Partito Democratico di Vicchio, che ha sempre sostenuto l’Amministrazione Comunale in questa scelta cercando di spiegarne i vantaggi anche ai cittadini più dubbiosi, registra con soddisfazione questa notizia.

Occorre ora procedere con determinazione non solo a completare i lavori della centrale e della rete di distribuzione, ma anche ad attuare gli altri progetti relativi alle energie rinnovabili, tra cui i tetti fotovoltaici della scuola elementare e del centro polivalente per l’infanzia.

Partito Democratico – Vicchio – Marzo 2012

2 pensieri su “Centrale a biomasse: il Comune di Vicchio premiato da Legambiente

  1. dopo questa affermazione ” aspetti essenziali del progetto, tra cui l’alta qualità ambientale e la «filiera corta» per la fornitura del cippato di legna vergine.””
    vorrei evidenziare dei problemi che non hanno risposte chiare:
    1)la situazione del lago (o palude)con quale progetto verrà migliorata?
    2) la scuola media, il luogo pensato non è idoneo (campo sportivo di vicchio) perchè il terreno è argilloso, la palestra elementare sta cedendo quale piano state elaborando per renderla agibile?
    3) voi che parlate di alta qualità ambientale, scarichi abusivi nei fiumi di tutte le case delle frazioni che cosa pensate di fare?
    4) quando inizieranno i lavori per la realizzazione della nuova strada delle caselle? per non parlare della condizione stradale in tutto il comune.
    5)inosservanza delle abitazioni di vicchio per lo scarico nel fognone centrale
    6)progetti per lo sviluppo delle frazioni, richiedere una perizia al genio civile (provincia), condizioni del ponte sul muccione alle caselle sotto la chiesa da segni di cedimento, le perizie, i progetti, fate la finita di interpellare i privati per progetti e perizie la provincia di firenze è capace di garantire lo svolgimento di tutto questo, cio comporterebbe un notevole risparmio. per fare questo non bisogna essere dei geni, basterebbe usare il cervello, cio che la giunta non ha!
    riguardo alla scuola media ed il palazzetto poteva essere utile renderla aoutonoma con pannelli solari, considerando che il giotto ulivi di borgo è semi-autonomo grazie ad essi.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *